Benemerenze e riconoscimenti

Dall'anno stesso della morte di don Eugenio vi furono vari riconoscimenti alla memoria:

  • 1977 Attestato di Benemerenza Civica
    deliberato dalla Giunta Municipale nel giorno di Sant'Ambrogio. Per il contributo altamente umano e sociale offerto alla città.
  • 12 aprile 1981 Domenica delle Palme
    Sepoltura privilegiata nella chiesa del Sacro Volto (Milano) concessa dal Comune di Milano e dalla Curia Arcivescovile. La traslazione della salma è preceduta da una documentata ed esplicativa mostra fotografica. 
  • 28 marzo 1990 Giusti tra le Nazioni
    La Commissione di Omaggio ai Giusti tra le Nazioni delibera di concedere alla memoria di don Eugenio Bussa la Medaglia dei Giusti e di piantare un albero in suo onore sul Viale dei Giusti a Gerusalemme. Rilascia inoltre il Diploma di Onore che verrà datato 8 luglio 1990. 
Diplona d'onore per il conferimento della Medaglia dei Giusti a Don Eugenio Bussa.

Diploma d'onore per il conferimento della Medaglia dei Giusti a don Eugenio Bussa.

  • 23 settembre 1990 consegna Diploma d’Onore e Medaglia dei Giusti 
    Il Console Generale di Israele Daniel Gal consegna alla sorella di don Eugenio, signora Maria Bussa Brambilla, il Diploma d’Onore e la Medaglia dei Giusti, conferite alla memoria di don Eugenio. 
  • 29 maggio 1992 consegna iscrizione al Libro d'oro del Keren Kayemeth Leisrael
    In memoria di don Eugenio Bussa, Giusto tra le Nazioni per quanto fatto durante la seconda guerra mondiale, viene scelta la chiesa del Sacro Volto (Milano) per la consegna al Cardinale Carlo Maria Martini della massima onorificenza dello Stato di Israele, l'Iscrizione al Libro d'oro del Keren Kayemeth Leisrael (KKL Fondo Nazionale Ebraico): ”per l’atteggiamento favorevole tante volte dimostrato nei confronti del popolo di Israele”.
  • 17 maggio 1992 la lapide sulla casa di Serina
    Su iniziativa del consolato Generale d'Israele a Milano e dell'Amministrazione Comunale, viene scoperta una lapide sulla casa di Serina in cui furono ospitati e salvati da don Eugenio molti bambini ebrei.
17 Maggio 1992 La lapide a Serina

17 maggio 1992 la lapide sulla casa di Serina.

  • 22 ottobre 1992 inaugurazione Bosco don Eugenio Bussa in Cisgiordania
    In Israele, nel deserto del Negev in località Yatir, nei pressi della Cisgiordania, viene inaugurato il Bosco intitolato a don Eugenio Bussa alla presenza di un folto gruppo di parrocchiani del Sacro Volto, dei nipoti di don Eugenio, Enrico ed Eugenio Brambilla, del Presidente del Keren Kayemeth Leisrael, del dottor Gal del Ministero degli Affari Esteri d'Israele, della vedova e della sorella di Alberto Fazio, uno dei bambini ebrei di Serina. 
  • 25 marzo 1996 inaugurazione Cavalcavia Eugenio Bussa 
    Il sindaco di Milano, Marco Formentini, inaugura il cavalcavia che collega la via Maurizio Quadrio alla via Pietro Borsieri intitolandolo: Cavalcavia Eugenio Bussa - Sacerdote - 1904-1977.
  • 29 gennaio 2002 XXV anniversario della morte di don Eugenio Bussa
    L'arcivescovo di Milano, Carlo Maria Martini, presiede la concelebrazione eucaristica nella Chiesa del Sacro Volto. Celebrano, fra gli altri, i sacerdoti ex allievi del Patronato di Sant'Antonio: don Angelo Conca, padre Marco Emilio Re, padre Enrico Fausto Baldini, mons. Renzo Cavallini, don Alessandro Villa, don Franco Sganzerla. Nel corso della celebrazione viene letta la Benedizione Apostolica di papa Giovanni Paolo II, scritta per don Eugenio Bussa, apostolo della gioventù.
benedizione apostolica

Benedizione apostolica.

 6 Febbraio 2000 - S. Ecc. l'Arcivescovo Mons. Pasquale Macchi, Segretario di S. S. Paolo VI, in preghiera sulla tomba di Don Eugenio.

6 Febbraio 2000 - S. Ecc. l'Arcivescovo Mons. Pasquale Macchi, Segretario di S. S. Paolo VI, in preghiera sulla tomba di Don Eugenio.

  • 21 dicembre 2002 Premio Isimbardi 
    Conferimento alla memoria del Premio Isimbardi della Provincia di Milano alla presenza dell'arcivescovo cardinale Dionigi Tettamanzi e delle alte cariche civili e militari. FOTO Premio Isimbardi
il premio lsimbardi della provincia di Milano

il premio lsimbardi della provincia di Milano.

Premio Isimbardi

Dal 1953 la Provincia organizza la "Giornata della Riconoscenza" per conferire un riconoscimento a cittadini e associazioni del mondo culturale, sociale, artistico, economico, sportivo, legati al territorio del milanese e che si siano distinti nella propria attività a favore delle comunità.
 Dal 1999 al riconoscimento provinciale, che consiste in una medaglia d'oro e un diploma con la motivazione, è stato attribuita la denominazione di "Premio Isimbardi".

Giornata della Riconoscenza 2002 
don Eugenio Bussa, alla sua memoria

Palazzo Isimbardi, 21 dicembre 2002

MOTIVAZIONE
NATO E VISSUTO NEL QUARTIERE ISOLA-GARIBALDI DI MILANO. FREQUENTA DA RAGAZZO IL PATRONATO SANT'ANTONIO PUNTO DI RIFERIMENTO PER RAGAZZI E GIOVANI OPERAI E, DOPO ESSERE STATO ORDINATO SACERDOTE, NE DIVENTA DAPPRIMA IL VICEDIRETTORE E NEL 1937 IL DIRETTORE, INCARICO CHE MANTIENE FINO AL GIORNO DELLA SUA MORTE NEL 1977.
DURANTE LA GUERRA VIVE CON GENEROSITA', IMPEGNO, CORAGGIO E SPIRITO DI SACRIFICIO IL SUO TEMPO, NASCONDENDO RAGAZZI EBREI E PERSEGUITATI POLITICI PER SOTTRARLI AI RASTRELLAMENTI NAZISTI. PER QUESTO NEL 1990, VIENE INSIGNITO DELLA MEDAGLIA DEI GIUSTI, ALTO RICONOSCIMENTO DELLO STATO DI ISRAELE. NEI QUARANTANOVE ANNI TRASCORSI NEL PATRONATO SANT'ANTONIO CONCEPISCE IL SUO SERVIZIO COME DONO TOTALE DI SE' VIVENDO CON INTENSITA' E DEDIZIONE. DIVIENE COSI' IL LEADER SPIRITUALE ED EDUCATIVO DI TANTI GIOVANI, AI QUALI TRASMETTE LA GIOIA E L'ENTUSIASMO PER UNA SCELTA DI VITA CRISTIANA.
LA SUA MEMORIA - DI SACERDOTE FEDELE AL SUO MOTTO "SEMPRE SULLA BRECCIA" NELLE RESPONSABILITA' PIU' GRAVI, NELLE SITUAZIONI PIU' DELICATE O NELLE ATTIVITA' PIU' IMPEGNATIVE - PERMANE VIVISSIMA A TESTIMONIANZA DELLA SUA GRANDEZZA.

  • 27 gennaio 2014 Giornata della memoria
    Riconoscimento dalla Regione Lombardia nella persona del Presidente Raffaele Cattaneo.

  • Ogni anno,
    l'A.N.P.I. Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, depone due corone d'alloro sulla tomba di don Eugenio Bussa nella Chiesa del Sacro Volto (Milano) nelle seguenti ricorrenze:
    - 27 gennaio, giornata della Memoria
    - 25 aprile, anniversario della Liberazione

Lastra commemorativa dedicata a Eugenio Bussa in via Confalonieri 11 a Milano.

lapide commemorativa via federico confalonieri 11 milano
lastra commemorativa eugenio bussa via confalonieri 11 milano inaugurazione

IN QUESTA CASA NACQUE IL 3 SETTEMBRE 1904 EUGENIO BUSSA

SACERDOTE CATTOLICO BENEMERITO EDUCATORE DELLA GIOVENTU' DEL QUARTIERE DELL'ISOLA GARIBALDI  L'ASSOCIAZIONE DON EUGENIO BUSSA POSE NEL CENTENARIO DELLA NASCITA



“Prete nel quartiere Isola Garibaldi, per 49 anni si dedicò instancabilmente all’educazione di migliaia di ragazzi e di giovani, insegnando loro a praticare la carità, il perdono e l’onestà. Nei momenti bui della guerra non esitò, anche a rischio della propria vita, a nascondere e salvare decine di bambini ebrei dalla persecuzione razziste. Di lui il card.Martini ha scritto: Quando uomini così grandi ci passano accanto non possiamo più vivere come se ciò non fosse accaduto: essi sono un dono e un richiamo all’imitazione e al dono di noi stessi per il bene dei fratelli”

Foto della cerimonia di inaugurazione, quando due soci dell'Associazione tolgono il drappo rosso.

Andrea Bertolesi

La vita e le opere di don Eugenio Bussa

don Eugenio
Cosa facciamo
    Associazione

    don Eugenio Bussa APS
    P.Iva 97136200157
    via Pietro Borsieri 18
    20159 Milano